Il Management.it

Home » Finanziamenti alle imprese

Category Archives: Finanziamenti alle imprese

CAMMINI E PERCORSI: Un Bando per valorizzare i Beni del Demanio

Autore: Giorgio Caracciolo

È in corso di pubblicazione il Bando dell’Agenzia del Demanio promosso da MiBACT e MIT, per valorizzare oltre 100 immobili situati lungo i cammini e i percorsi ciclopedonali e storico-religiosi che attraversano l’Italia. Destinatari sono i giovani Under 40 che potranno ricevere in concessione gratuita gli immobili per trasformarli in ostelli, piccoli hotel, punti ristoro, ciclofficine, punti di servizio e assistenza per tutti i pellegrini, i turisti, i camminatori e i ciclisti che ogni anno percorrono questi tracciati.

camminipercorsi_mappa8

Finalità del bando è quella di favorire e sostenere lo sviluppo del turismo lento offrendo la possibilità di riutilizzare gli immobili pubblici come contenitori di servizi e di esperienze autentiche, fortemente radicate sul territorio.

Cammini e Percorsi si inquadra nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017–2022 e del Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche/Piano Straordinario della Mobilità turistica.

Per compilare il QUESTIONARIO clicca QUI

INNOLABS: SOSTEGNO A PROGETTI DI INNOVAZIONE SOCIALE

|Autore: Giorgio Caracciolo|

Il 13 marzo si aprirà lo sportello per la presentazione delle Domande di agevolazione previste da INNOLABS, il nuovo strumento della Regione Puglia a sostegno di Progetti pilota per la sperimentazione di soluzioni innovative di specifiche problematiche di carattere sociale. La metodologia di approccio prevede la partecipazione di 4 gruppi di Attori: la Pubblica Amministrazione, le Imprese, il sistema della Ricerca ed i Cittadini o loro Associazioni in qualità di co-sviluppatori di innovazione. Una quadrupla elica di soggetti in grado di dialogare tra loro per la sperimentazione di nuovi prodotti o nuovi servizi.

innolabs

I progetti pilota, di importo pari almeno a € 150.000,00 e durata massima di 18 mesi, devono essere riferiti ad un dominio tematico (Ambiente, Sicurezza e Tutela Territoriale; Cultura e Turismo; Energia Rinnovabile e Competitiva; Governo elettronico per la PA; Salute, Benessere e Dinamiche Socio-Culturali; Istruzione ed Educazione; Economia Creativa e Digitale; Trasporti e Mobilità Sostenibile) e collegati ad una Tipologia di aggregazione: 1) Smart City & Community; 2) Knowledge Community; 3) Business Community.

Le agevolazioni consistono in un Contributo in conto impianti fino ad un importo massimo di € 150.000,00 per singola impresa.

Per maggiori informazioni scarica la scheda innolabs

PON INIZIATIVA PMI (SME initiative)

|Autore: Giorgio Caracciolo|

Con Iniziativa PMI in arrivo 1,2 miliardi di nuove risorse per Sud Italia, Sicilia e Sardegna.

pon-iniziativa-pmi

L’Italia è il primo tra gli Stati Membri dell’Unione europea a concretizzare il nuovo programma di accesso al credito denominato SME Initiative, previsto dalla programmazione Ue 2014-2020 utilizzando lo strumento della cartolarizzazione di crediti esistenti che consente a banche e altri intermediari finanziari di liberare risorse per la concessione di nuovi prestiti alle piccole e medie imprese, incluso le micro.

Nei prossimi giorni il FEI pubblicherà un invito a manifestare interesse finalizzato a selezionare gli intermediari finanziari ammissibili (banche, istituti di garanzia, società di leasing).

I NUOVI INCENTIVI DEL PIANO INDUSTRIA 4.0

|Autore: Giorgio Caracciolo|

Tra le novità della Legge di Stabilità 2017, che il Governo presenterà alle Camere il 15 ottobre, ci sono la riconferma del superammortamento al 140% del costo di acquisto dei beni strumentali e l’introduzione di ulteriori incentivi all’interno del Piano nazionale Industria 4.0 finalizzato a promuovere la Quarta rivoluzione industriale del nostro Paese attraverso incentivi alle imprese per 700 milioni di euro.

industria-4-0-mckinsey-lancia-progetto-pilota-fabbrica-digitale

L’iniziativa del governo punta decisamente all’Innovazione, in attuazione della Strategia europea per la Digital Industrial Leadership secondo la quale la Commissione europea prevede di dedicare alla digitalizzazione e all’Industria 4.0 circa 500 milioni di euro per i prossimi 5 anni attraverso 8 aree di intervento: rilanciare gli investimenti industriali con particolare attenzione a quelli in R&S, conoscenza e innovazione; favorire la crescita dimensionale delle imprese; sostenere la nuova imprenditorialità innovativa; definire protocolli, standard e criteri di interoperabilità condivisi a livello europeo; garantire la sicurezza delle reti e la tutela della privacy; assicurare adeguate infrastrutture di rete; diffondere le competenze per Industry 4.0; canalizzare le risorse finanziare.

I nuovi incentivi fiscali e finanziari che entreranno in vigore dal 2017 riguardano in particolare: 1) un incremento dell’aliquota per investimenti legati a Industria 4.0 con iper-ammortamento al 250% ai fini IRPEF e IRES sugli investimenti in Tecnologie digitali, Agrifood e Impianti per il miglioramento dei consumi energetici; 2) un Credito d’imposta potenziato dal 25% al 50% per gli investimenti incrementali in R&S; 3) la detassazione del salario di produttività cui sono destinati 1,3 miliardi di euro nel periodo 2017-2020; 4) nuove detrazioni fiscali al 30% per gli investimenti fino a 1 milione di euro realizzati dalle PMI innovative e per le startup, oltre le detrazioni fiscali anche l’assorbimento delle perdite registrate nei primi 4 anni da parte di società “sponsor”; 5) detassazione capital gain su investimenti a medio/lungo termine; 6) programma “acceleratori di impresa” per finanziare la nascita di nuove imprese; 7) fondi di investimento per l’industrializzazione di idee e brevetti ad alto contenuto tecnologico; 8) fondi di Venture Capital dedicati a startup Industria 4.0 in co-matching.

Per maggiori informazioni scarica la scheda piano-nazionale-industria-4-0

POR PUGLIA 2014-2020: AIUTI AL SETTORE TURISMO E SERVIZI ANNESSI

|Autore: Giorgio Caracciolo|

Nel 2015 la Regione Puglia ha pubblicato 2 Avvisi per la presentazione di domande di Aiuti a valere sulle risorse assegnate dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) per la valorizzazione del patrimonio del territorio costituito da masserie, trulli, torri e fortificazioni e da palazzi che presentano un interesse artistico e storico-architettonico, nonché per la riqualificazione delle strutture turistiche.

hotel02_3.jpg

Sono previste 2 Misure di intervento:

  • Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per Programmi Integrati di Agevolazione per investimenti promossi dalle grandi imprese e dalle PMI il cui importo può essere compreso tra 1 e 40 milioni di euro

  • Aiuti agli investimenti delle PMI nel settore Turistico-alberghiero riservato alle PMI che realizzano investimenti di importo non superiore a 4 milioni di euro

Le agevolazioni previste dalle Misure regionali non possono eccedere l’intensità di Aiuto pari al 45% e sono cumulabili con la maggiorazione del 40% (c.d. super ammortamento) del costo dei beni acquistati entro il 31.12.2016.

Per scaricare la scheda sinottica clicca qui

PSR PUGLIA 2014-2020: 40 Milioni per il Primo insediamento dei Giovani in Agricoltura

Al via il bando per sostenere il primo insediamento in agricoltura di donne e uomini d’età compresa tra i 18 e i 40 anni.

Con Determinazione dell’Autorità di Gestione n. 248 del 25 luglio 2016 (Burp n. 87 del 28 luglio 2016) è stato pubblicato l’avviso della Sottomisura 6.1 «Aiuto all’avviamento di imprese per i giovani agricoltori» e altre Sottomisure comprese nel «Pacchetto Giovani».

agricoltori2

L’Assessore regionale Di Gioia ha dichiarato che la misura sostiene le start up e, dunque, l’occupazione giovanile nel settore agricolo, contrastando anche l’abbandono dei campi, in favore, del progresso di processo e di prodotto in agricoltura, grazie ai giovani con idee innovative e con una formazione adeguata e specializzata.

Il bando è disponibile sul sito http://svilupporurale.regione.puglia.it

Per scaricare la scheda sinottica clicca QUI

Bando PON I&C 2014-2020 (HORIZON 2020) – Aperti i termini per l’invio delle Domande

Autore: Giorgio Caracciolo

_________________________________

Pubblicato il Decreto Direttoriale 04/08/2016 del MiSE che apre i termini per la presentazione dei Progetti R&S e Innovazione negli ambiti tecnologici di Horizon 2020 a valere sulle risorse del Fondo Crescita Sostenibile (FSC).

La dotazione complessiva è di 180 milioni: 150 mln per progetti di ricerca e sviluppo in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e 30 mln per Abruzzo, Molise e Sardegna.

Il 60%  delle risorse è riservato a PMI e reti  di imprese nell’ambito delle medesime regioni.

sviluppo

 

I progetti di R&S devono prevedere spese comprese tra 800.000,00 e 5 milioni di euro.

La DOMANDA DI AGEVOLAZIONI e la documentazione devono essere redatte e presentate in via esclusivamente telematica dalle ore 10.00 alle ore 19.00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 17 ottobre 2016, pena l’invalidità e l’irricevibilità, utilizzando la procedura disponibile nel sito internet del Soggetto gestore.

 

Per scaricare la scheda sinottica clicca QUI

 

.

Biglietto da visita Giorgio Caracciolo al 9 agosto 2016

 

.

 

BANDO ISI-AGRICOLTURA 2016: AIUTI PER L’ACQUISTO DI MACCHINARI INNOVATIVI

Autore: Giorgio Caracciolo

_________________________________________________________________

Il finanziamento – sostenuto da INAIL e Ministero del Lavoro – è destinato agli investimenti per l’acquisto o il noleggio di macchine e trattori con caratteristiche innovative, in grado di abbattere le emissioni inquinanti, ridurre il rischio rumore e migliorare il rendimento e la sostenibilità globali delle aziende agricole.

Macchine agricole innovative

 

Per il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, “Sostenibilità, Innovazione e Sicurezza sono i tre principi cardine di questo intervento, finalizzato ad ammodernare il parco macchine in attività, mirando soprattutto a prevenire i rischi sul lavoro. Attenzione ai giovani che, anche in questo bando, hanno una corsia preferenziale per il sostegno ai loro investimenti”.

Agricoltura-e-giovani

.

Le Domande si potranno compilare on line dal 10 novembre 2016.

.

Per scaricare la scheda sinottica, clicca QUI

.

._________________________________________________________________

Jpeg biglietto da visita Giorgio Caracciolo - 2 agosto 2016

 

VUOI CREARE UNA NUOVA IMPRESA ? Oggi è stato pubblicato il nuovo bando NIDI della Regione Puglia. Leggi le novità

Foto Nidi

Oggi è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia il nuovo Avviso della misura Nidi.

.

Ecco le novità.

 .

  1. La misura è destinata a soggetti appartenenti a categorie svantaggiate così come specificato di seguito, che 
intendano avviare, sul territorio della regione Puglia, un’iniziativa imprenditoriale nella forma della microimpresa prevedendo un programma di investimenti completo, organico e funzionale di importo complessivo compreso tra 10.000 e 150.000 Euro.

  2. Le Nuove Iniziative d’Impresa dovranno essere partecipate per almeno il 50%, sia del capitale sia del numero di soci, da soggetti svantaggiati appartenenti, alla data di presentazione della domanda preliminare di cui al successivo Art. 10, ad almeno una delle seguenti categorie:

giovani con età tra 18 anni e 35 anni;


.

– donne di età superiore a 18 anni;


.

– soggetti che non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato negli ultimi 3 mesi;

.

– persone in procinto di perdere un posto di lavoro riconducibili alle seguenti fattispecie:

  • i dipendenti di imprese poste in liquidazione o soggette a procedura concorsuale;

  • i dipendenti di imprese posti in mobilità;

  • i dipendenti di imprese posti in Cassa Integrazione Guadagni o beneficiari di ammortizzatori sociali in 
deroga gestiti dalla Regione Puglia;

 .

– i titolari di partita IVA in regime di mono-committenza non iscritti al registro delle imprese che, nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda telematica preliminare, abbiano emesso fatture per un imponibile inferiore a 30.000 Euro verso non più di due differenti committenti.

 .

I soggetti destinatari delle agevolazioni sono le microimprese ancora da costituirsi o di nuova costituzione.

.

Si 
considerano di nuova costituzione le imprese che, alla data di presentazione della domanda preliminare di accesso alle agevolazioni, siano costituite (o Ditte Individuali che abbiano aperto Partita IVA) da non più di 6 mesi e siano inattive.

.

Si considerano inattive le imprese che non abbiano emesso fatture attive né percepito corrispettivi.

 .

INTENSITÀ DI AIUTO

– Per programmi di investimento di importo complessivo fino a € 50.000,00, l’intensità di aiuto è pari al 100% degli investimenti ammissibili.

 .

– Per programmi di investimento di importo complessivo compreso tra € 50.000,01 e 100.000,00 l’intensità di aiuto è pari al 90% degli investimenti ammissibili.

 .

– Per programmi di investimento di importo complessivo compreso tra € 100.000,01 e 150.000,00 l’intensità di 
aiuto è pari all’80% degli investimenti ammissibili.

 .

Le agevolazioni in conto impianti sugli investimenti non possono superare l’importo massimo di €120.000,00 e 
sono costituite da:

.

– un contributo a fondo perduto pari al 50% degli totale degli investimenti agevolati;

– un prestito rimborsabile pari al 50% degli totale degli investimenti agevolati.

.

Rispetto al vecchio bando Nidi, ecco le novità:

 .

  1. Estensione della misura anche ai seguenti settori:

    – commercio elettronico(che non potranno svolgere altra attività di commercio tradizionale al dettaglio o all’ingrosso);

    – traslochi, magazzinaggio, attività di supporto ai trasporti, servizi postali e attività di corriere;

  2. Possibilità di dare continuità ad imprese preesistenti, oltre che per il passaggio generazionale, anche per il rilevamento di imprese in crisi da parte dei dipendenti;

  3. Innalzamento ad € 10.000,00 del contributo a fondo perduto sulle spese di gestione;

  4. Ammissibilità tra le spese di gestione di:

    – canoni ed abbonamenti per l’accesso a banche dati, per servizi software,

    servizi “cloud”, servizi informativi, housing;

    – registrazione di domini Internet;

    – servizi di posizionamento sui motori di ricerca, acquisto di spazi per campagne di Web Marketing, Keywords Advertising, Social, Brand Awareness e Reputation;

    – servizi di personalizzazione di siti Internet acquisiti da impresa operante nel settore della produzione di software, consulenza informatica e attività connesse;

.

Per scaricare il testo del nuovo bando NIDI, clicca QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: