Il Management.it

Home » Unione Europea

Category Archives: Unione Europea

PON INIZIATIVA PMI (SME initiative)

|Autore: Giorgio Caracciolo|

Con Iniziativa PMI in arrivo 1,2 miliardi di nuove risorse per Sud Italia, Sicilia e Sardegna.

pon-iniziativa-pmi

L’Italia è il primo tra gli Stati Membri dell’Unione europea a concretizzare il nuovo programma di accesso al credito denominato SME Initiative, previsto dalla programmazione Ue 2014-2020 utilizzando lo strumento della cartolarizzazione di crediti esistenti che consente a banche e altri intermediari finanziari di liberare risorse per la concessione di nuovi prestiti alle piccole e medie imprese, incluso le micro.

Nei prossimi giorni il FEI pubblicherà un invito a manifestare interesse finalizzato a selezionare gli intermediari finanziari ammissibili (banche, istituti di garanzia, società di leasing).

TANTE STATISTICHE SU ISTRUZIONE E FORMAZIONE IN ITALIA E NEI PAESI DELL’U.E. Scarica i documenti

monitoriaggio

Pubblicata con cadenza annuale, la relazione illustra l’evoluzione dei sistemi di istruzione e formazione in Europa.

.

Mette insieme gli ultimi dati quantitativi e qualitativi, recenti relazioni tecniche e studi, nonché documenti e sviluppi strategici.

.

Pur soffermandosi soprattutto sui dati empirici, ogni sezione della relazione di monitoraggio reca chiare indicazioni politiche per gli Stati membri.

.

La relazione di monitoraggio sostiene l’attuazione del quadro strategico per la cooperazione europea nel settore dell’istruzione e formazione rafforzandone la base di conoscenze e collegandolo più strettamente alla più ampia strategia Europa 2020.

.

.

Per scaricare il report completo per tutti i paesi dell’U.E, clicca QUI

.

Per scaricare la sezione dedicata all’Italia, clicca QUI

.

UN DOCUMENTO IMPORTANTE PER CHI SI OCCUPA DI LAVORO, FORMAZIONE E ORIENTAMENTO.

job

 

Esistono soluzioni concrete per i 5 milioni di giovani disoccupati dell’UE.

 

Questo è il risultato di uno studio compiuto dal Comitato economico e sociale europeo (CESE) e presentato alla sua 500a sessione plenaria (studio dal titolo “Attuazione delle politiche dell’UE per l’occupazione giovanile: la prospettiva della società civile”).

Ecco il link per scaricare il report:

http://www.eesc.europa.eu/resources/docs/lmo-study_youth-employment_general-report_it.pdf

 

 

 

 

HAI UN PROGETTO DI INNOVAZIONE PER LA TUA PICCOLA E MEDIA IMPRESA? Fattelo finanziare dall’U.E. con 50.000 euro

easme

 

 

“…La Commissione europea ha annunciato i primi risultati del nuovo strumento per le PMI di 3 miliardi di EUR, avviato nel quadro di Orizzonte 2020 per aiutare le piccole imprese innovative a portare sul mercato le idee sviluppate in laboratorio.
In totale 155 PMI appartenenti a 21 paesi (Stati membri dell’UE o paesi associati a Orizzonte 2020) riceveranno ciascuna 50 000 EUR per finanziare studi di fattibilità volti a sviluppare la loro strategia innovativa.
Inoltre, le PMI possono fruire di una formazione imprenditoriale specifica che può durare fino a tre giorni.
Nella prima tornata le PMI spagnole hanno ottenuto i migliori risultati, con 39 proposte selezionate, seguite da vicino dalle PMI del Regno Unito e dell’Italia.
Le domande per le prime sovvenzioni sono state 2.666 in totale.

 

Le imprese selezionate saranno ufficialmente informate in agosto dall’Agenzia esecutiva per le PMI (EASME) che gestisce il programma.

 

Le domande possono essere presentate in qualunque momento ma sono valutate quattro volte l’anno.
I risultati di oggi riguardano le domande pervenute entro la prima scadenza (18 giugno 2014) per le sovvenzioni della fase 1.
Le prossime scadenze per la valutazione sono il 24 settembre 2014 per la fase 1 e il 9 ottobre per la fase 2.

Nel 2014 dovrebbero ricevere finanziamenti circa 645 progetti (fase 1 e fase 2) che nel 2015 aumenteranno a 670.
Ecco il sito web dedicato:

http://ec.europa.eu/easme/sme_en.htm

GLI OBIETTIVI STRATEGICI DELL’U.E. PER IL 2014-2020 – Scarica il rapporto

ue

 

 

E’ stata pubblicata la Sesta relazione sulla coesione economica, sociale e territoriale della Commissione europea.

 

Gli investimenti per il prossimo periodo 2014-2020 saranno concentrati su settori fondamentali quali l’efficienza energetica, l’occupazione, l’inclusione sociale e le PMI.
La relazione dimostra che la politica di coesione dell’UE rispetta gli obiettivi di crescita della strategia Europa 2020 creando posti di lavoro e riducendo le disparità in tutta Europa.

 

La relazione analizza lo stato della coesione dell’Unione e mette in evidenza le sfide cui devono far fronte le autorità nazionali, regionali e locali per superare le difficoltà poste dalla crisi economica e finanziaria.

 

In particolare rileva che la politica di coesione ha attenuato la drastica riduzione degli investimenti pubblici, iniettando risorse finanziarie indispensabili in molti Stati membri e creando la stabilità necessaria ad attrarre gli investimenti privati.

Nell’ambito della politica di coesione dell’UE saranno disponibili più di 38 miliardi di euro per sostenere il passaggio a un’economia più ecocompatibile mediante investimenti a favore dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili e ciò a fronte di 16,6 miliardi investiti nell’economia a basse emissioni di carbonio nel periodo 2007‑2013.
Oltre 80 miliardi di euro saranno investiti in capitale umano mediante il Fondo sociale europeo e l’iniziativa per l’occupazione giovanile.

 

Ecco il link per scaricare il report:

http://www.sistema.puglia.it/portal/pls/portal/sispuglia.ges_blob.p_retrieve?p_tname=sispuglia.documenti&p_cname=testo&p_cname_mime=mime_type_testo&p_rowid=AAAh67AARAAP2hoAAB&p_esito=0

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: